logo, marchio, marchio aziendale
Per Appuntamento
0372 – 25698
AREA CLINICA DI COMPETENZA
Accoglimento con un primo colloquio.
Analisi dei bisogni e avvio di un progetto
Relazione genitore-bambino
(attaccamento distorsioni difensive, rabbie, confusione e marcata disorganizzazione)

PSICOLOGIA & PSICOTERAPIA

L'approccio terapeutico

L'approccio terapeutico della dott.ssa Galli si basa sulle teorie e prassi di psicologia e psicoterapia. Il metodo applicato consiste nell'accoglimento del bambino, e del paziente in generale, per un primo colloquio, nell'analisi e nella preparazione di un primo progetto di trattamento e nell'individuazione della problematica relazione con il genitore, nel caso di cura dei bambini.

Gli interventi terapeutici eseguiti mirano allo sviluppo di capacità, atteggiamenti, comprensioni di sé e delle proprie esperienze che aiutano ad avere una vita più serena, superando disturbi di attaccamento, gestione della rabbia, insicurezze, distorsioni difensive.
Obiettivi dell'intervento terapeutico attraverso una sintonizzazione sui bisogni del paziente:

    - Influenzare i processi mentali influenzando le rappresentazioni di sé e degli altri.

    -     Saper verbalizzare gli stati interiori e discriminare i sentimenti.

    -     Scomporre le esperienze che i bambini non riescono a immaginare e che li rendono angosciati in entità più
           maneggevoli che il bambino possa gestire meglio.

     -    Sviluppare rappresentazioni interiori degli affetti che consentano al bambino di padroneggiare i propri sentimenti.

     -    Facilitare la comprensione dei rapporti di causa-effetto nelle relazioni.

     -   Aiutare il bambino/ragazzo a distinguere l'interno dall'esterno, il reale

    -   dall'irreale.

    -   Stabilire limiti, spiegando il senso dei limiti stabiliti.

    -   Stabilire una reciprocità di dare-avere.

    -   Sviluppare la capacità di tollerare la frustrazione e saper attendere posponendo la gratificazione.

    -   Aiutare lo sviluppo di un atteggiamento “come se” che sospenda la realtà e favorisca la fantasia.

    -   Mettere a confronto gradualmente il bambino con idee opposte e in conflitto tra loro, estendendo le possibilità di
         cambiamento.

Tratto da Attaccamento e funzione riflessiva di Peter Fonagy e Mary Target
Share by: